Da Luigi Benoit, “Ornitologia Siciliana” 1840, a Carmelo Iapichino & Bruno Massa, “The Birds of Sicily”, 1989, ad Andrea Ciaccio e Angelo Priolo, “Avifauna della Foce del Simeto, del Lago di Lentini e delle zone umide adiacenti”, 1997, anche in Sicilia è stato scritto abbastanza sugli uccelli. Gli autori, il più delle volte si sono soffermati a trattare dell’avifauna delle aree naturali più note della Sicilia orientale e non tanto della Sicilia occidentale, delle “Zone Umide del Mazarese” in particolare, con gli altri ambienti dello stesso areale. Ambienti più frammentati e meno estesi dei più noti della parte orientale dell’Isola, ma non meno importanti per la ricettività avifaunistica considerata la collocazione geografica più vicina all’Africa. “Avifauna della Sicilia Sud Occidentale“, nel trattare essenzialmente delle zone umide comprese tra Marsala e Poto Palo di Menfi e degli uccelli che vi ho rilevato in oltre cinquant’anni di attività sul campo, ha lo scopo di accrescere le conoscenze avifaunistiche più generalizzate del passato. Il volume si compone di 312 pagine, corredate di documentazione fotografica con altre 300 immagini tratte dal mio archivio. Avrete pertanto, come da fotografie di seguito, la possibilità di conoscere e vedere il Lago Preola come non l’avete mai visto, di conservare un’immagine dell’ indimenticabile faro di Capo Feto (abbattuto da gente senza scrupoli il 4/9/2018), d’osservare ciò che rimane del Pantano Leone, di capire la straordinaria valenza ecologica della Laguna di Tonnarella, d’ammirare tanti, tanti uccelli, da quelli dalla livrea più sgargiante a quelli dal colorito dell’abito più tenue. Il volume è in distribuzione presso la locale casa editrice Libridine (346/2200023 o libridine@gmail.com, sito in revisione, reperibile attualmente su facebook) e presso le librerie collegate.

Lago Preola al tramonto.
L’indimenticabile faro di Capo Feto e una laguna formata dal fogliame spiaggiato di Posidonia oceanica.
Ciò che rimane del Pantano Leone con aironi guardabuoi posati sulla sponda centrale sud.
Sempre Pantano Leone con spatole e garzette.
Parte sud-orientale della Laguna di Tonnarella con fenicotteri felici di trovarsi nel posto.
La parte finale della Soprelevata ANAS che si affaccia sulla Laguna di Tonnarella.
Gruccione nella sciara tra il Lago Preola e il Pantano Leone.
Culbianco nella stessa sciara della fotografia precedente.